skip to Main Content
Tel. +39 0541 51268 e-mail: direzione@sangiuseppe.org
Copertina Bilancio Fronte Def.

Bilancio Sociale 2014-2016

  • News

Crescere Responsabili

Il bilancio sociale 2014 – 2016 della Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile ONLUS di Rimini

Dal 2006 al 2013 la Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile ONLUS ha pubblicato il bilancio sociale, uno strumento per raccontare in modo concreto e trasparente quello che abbiamo fatto nel corso degli anni.

Questa nona edizione del bilancio sociale si riferisce alle attività intraprese nel triennio 2014-2016, periodo non facile per la società in generale e per la Fondazione in particolare. In un momento di grave crisi economica, a fronte di una situazione di crescente disagio sociale ed economico di vaste fasce di popolazione ed una tendenziale diminuzione delle risorse pubbliche, nel 2014 la Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile ONLUS si è trovata a dover far fronte a scelte importanti. Il Consiglio di Amministrazione allora uscente, a fronte di bilanci economici non soddisfacenti, ha dato corso ad iniziative atte a trovare il non facile equilibrio tra il mantenimento delle attività istituzionali, manifestazione della propria mission, e la situazione finanziaria. Ha avuto inizio così un’approfondita analisi del proprio operato attraverso la revisione delle attività e dell’organizzazione generale, nonché un’attenta spending review. L’impegno è quello di mantenere un’alta professionalità dei servizi, che da sempre ci distingue, nella salvaguardia del pareggio di bilancio e del proprio patrimonio. Il nuovo Consiglio di Amministrazione, insediatosi nel 2015, ha proseguito il percorso iniziato dotandosi anche di un documento di programmazione a valenza quadriennale in cui ha indicato obiettivi specifici di breve, medio e lungo periodo.

Diversi sono stati i cambiamenti, la riorganizzazione interna ha portato alla temporanea eliminazione della figura del Direttore Generale, valorizzando, attraverso l’attribuzione di maggiori responsabilità, le professionalità già impiegate in Direzione e istituendo l’Ufficio di Presidenza, quale organo attuativo delle linee deliberate dal C.d.A.

Sono state poi analizzate, alla luce dell’ottimizzazione dei servizi, anche tutte le attività. Tale percorso ha condotto alla chiusura temporanea della Comunità Socio-Educativa semi residenziale “Casa Valturio”, avvenuta a Giugno 2015, dopo numerosi tentativi di mediazione con i servizi sociali del comune. Negli ultimi due anni di vita la comunità aveva avuto moltissime richieste di inserimenti di minori con gravi problemi psichiatrici che avrebbero necessitato di una rimodulazione del servizio, non compensata dalle rette disponibili.

Nel medesimo periodo e per le stesse cause si è verificata anche la chiusura temporanea del servizio residenziale per l’avvio alla piena autonomia dei neomaggiorenni, che aveva sede al primo piano di Casa Valturio. Tale servizio rimane comunque attivo presso il Gruppo Appartamento di Casa Borgatti.

Questi dolorosi passaggi non hanno indebolito la nostra convinzione sulle priorità dei due servizi nella vita del territorio cittadino, hanno però permesso di concentrare maggiore energia nelle Comunità Socio-Educative residenziali “Casa Borgatti” e “Casa Clementini”.

Le due comunità residenziali hanno registrato, nel triennio di riferimento, nuovo slancio ed elevate medie di presenze di minori, provenienti sia attraverso le richieste dei servizi sociali che dall’accoglienza dei Minori Stranieri Non Accompagnati. L’ondata di richiedenti asilo minorenni provenienti da svariate parti del mondo ha sollecitato la Fondazione a sperimentare nuovi modelli di accoglienza. In quest’ottica la collaborazione con la Coop. Il Millepiedi (iniziata nel 2003) e la sinergia con gli altri enti del Terzo Settore, nata dalla partecipazione al Consorzio Mosaico (iniziata nel 2007 come Soci Fondatori), ha rappresentato e rappresenta una garanzia per la qualità del servizio offerto in tutti quegli aspetti che lo compongono: dall’accoglienza alla tutela legale, dalla cura all’educazione, dall’istruzione all’inserimento nel mondo del lavoro. Da questa esperienza è nata nel febbraio 2016 l’Associazione Temporanea di Impresa con l’Ass. Papa Giovanni XXIII, l’Ass. S. Zavatta, la Coop. Madonna della Carità, l’Ass. Eucrante, l’Ass. Arcobaleno e la Coop. il Millepiedi, per la gestione dei M.S.N.A inseriti nel progetto S.P.R.A.R. in appalto dal Comune di Rimini.

Da lungo tempo siamo garanti, con la Coop. Il Millepiedi, della buona qualità di gestione dei progetti educativi assistenziali, attuati con educatori professionali riconosciuti, tutelati e costantemente aggiornati nella formazione. In quest’ottica di interscambio e reciproco supporto è stato rinnovato per altri tre anni il contratto di collaborazione con la Coop. il Millepiedi che scadeva a fine 2016. Insieme agli altri enti del Terzo Settore siamo garanti della qualità del lavoro di rete con i servizi invianti e con il territorio.

La sinergia con la Coop. Madonna della Carità ha permesso di utilizzare, già dal 2013, “Casa Bronzetti” e dal 2016 “Casa San Lorenzo”, che sono state date in locazione alla Caritas Diocesana, per servizi di terza accoglienza di persone in difficoltà e per giovani adulti stranieri inseriti nei progetti S.P.R.A.R. Riguardo a “Casa San Lorenzo”, rimane attuale il progetto di aprire, alla scadenza della locazione, una comunità di tipo familiare per l’accoglienza di minori in situazione di disagio gestita da una famiglia coadiuvata da personale educativo.

Continua la collaborazione con l’Ass. S. Zavatta a cui da diversi anni viene dato in locazione il secondo piano di Palazzo Soleri, per il servizio di gestione del Centro Giovani RM25, che accoglie anche minori provenienti dalle nostre Comunità.

All’interno del Centro giovani è attivo il servizio “Se potessi. Sportello del Neomaggiorenne della provincia di Rimini”, il primo servizio in Italia di orientamento, supporto, informazioni e consulenza per neomaggiorenni provenienti da esperienze “fuori famiglia”. Il progetto, realizzato insieme all’Ass. Agevolando ONLUS, testimonia la nostra costante attenzione al tema dei care leavers e ai percorsi di avviamento all’autonomia.

Palazzo Soleri è anche sede del nostro Centro Socio Riabilitativo Diurno per disabili “La Sorgente”, che ha ottenuto l’accreditamento definitivo rilasciato dal Comune di Rimini nel 2014. La Sorgente ha ricevuto nuove richieste di inserimento e alla fine del 2016 ha così raggiunto la sua massima capacità di accoglienza.

Nuovo impulso è stato dato anche agli aspetti di comunicazione sociale: nel triennio, tramite incarichi a Studi professionali per la comunicazione, abbiamo intrapreso un percorso per aumentare la visibilità online delle attività della Fondazione, rinnovando il nostro sito internet e garantendo una presenza quotidiana sui social network (Facebook e Twitter). Dal 2013 abbiamo aderito e pubblichiamo articoli di informazione per il sociale sul portale denominato “Rimini Social 2.0”.

Grazie all’input dato alla comunicazione abbiamo potenziato la campagna di crowdfunding ed in particolare del 5×1000: i fondi raccolti sono stati destinati all’acquisto della piattaforma di sollevamento per il pulmino e di nuovi arredi a favore del Centro per Disabili La Sorgente. La nuova visibilità ha sollecitato, inoltre, varie richieste per lo svolgimento di attività di volontariato.

Per condividere con voi il nostro operato, sia nei contenuti che negli aspetti contabili, il Bilancio sociale ci sembra lo strumento più utile e importante. Abbiamo scelto una forma più agile e comunicativa rispetto agli anni scorsi e abbiamo inserito una sezione dedicata alla testimonianza diretta degli utenti, del personale e di alcuni membri del C.d.A.

Ringrazio a questo proposito tutti i collaboratori della Fondazione San Giuseppe che hanno contribuito alla stesura e alla redazione di questo Bilancio, in un costante sforzo di rispetto per la nostra lunga storia passata e di condivisione del futuro che ci interpella.

Paola Benzi
Presidente Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno e Infantile ONLUS

Richiedi il pdf del Bilancio Sociale 2014-2016

Iscriviti alla Newsletter

Back To Top
Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi