skip to Main Content
Tel. +39 0541 51268 e-mail: direzione@sangiuseppe.org
Festivalsanfrancesco

Un’ esperienza di vita all’Istituto San Giuseppe

Oggi vi proponiamo l’intervista al nostro caro amico Massimo, ospite dell’Istituto San Giuseppe dal 1973 al 1981.

Ciao Massimo, ti va di raccontarci qualche aneddoto legato alla tua permanenza nell’Istituto?

Io ho tutti ricordi meravigliosi di quell’esperienza, sono i ricordi più belli che ho della mia vita! Nonostante sentissimo la mancanza dei genitori (io avevo solo mio padre) e a volte soffrivamo la solitudine, eravamo trattati benissimo.

Mi ricordo persino il primo giorno quando arrivai e mi accolse un’educatrice, la “Lella” e, dato che ad ognuno di noi veniva assegnato un appendiabiti con un’immagine diversa dove mettere il grembiule, mi chiese: “Quale figura scegli?”

Ed io risposi: “Io scelgo l’albero” e lei mi disse: “Bene, allora l’albero è il tuo!”

Pensa che mi sento ancora affezionato al pullmino che avevamo, che era un vecchio Fiat 238 giallo con la scritta Scuolabus. Ne avevamo due e noi bambini chidevamo sempre: “Quale prendiamo, il nuovo o il vecchio??”

Mi ricordo anche che si mangiava benissimo! E le educatrici erano come delle mamme per noi, e sono tutte impresse nella mia memoria.

Non posso dimenticare il momento della merenda: tutti i pomeriggi ci portavano un panino, che poteva essere con la marmellata o con la cioccolata, e quando ci davano quello con la marmellata io non lo volevo mai… e pensare che invece era buonissimo!

Avevi un’educatrice preferita?

Si, ognuno di noi aveva la sua educatrice preferita, io ero molto legato a Patrizia!

Ma erano tutte belle e buone persone, solo che noi da bambini avevamo i nostri ideali.

Se potessi avere la macchina del tempo tornerei indietro per rivivere quei momenti!

Qual è stato il  tuo percorso una volta uscito dall’Istituto?

Ho fatto le scuole medie e poi mi sono iscritto all’Istituto Alberghiero ottenendo l’attestato da cameriere. Da lì ho iniziato a fare le stagioni estive.

In seguito ho lavorato in una fabbrica per vent’anni fino a quando purtroppo ho perso il lavoro.

Qual è il ricordo più bello che hai legato a questo periodo?

Le colonie che facevamo ed in particolare quelle di Premilcuore e di Alfero. Qualche anno fa sono tornato in questi posti con un mio amico (anche lui ospite dell’Istituto) ed è stata un’emozione grandissima ricordare i vecchi tempi da bambini!

Siamo andati nel bosco e gli ho detto: “Ti rendi conto che da piccoli questi alberi ci sembravano così grandi, il bosco era immenso e adesso invece è tutto cambiato, è più ridimensionato!”

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Vorrei fare un lavoro diverso perché sono tornato indietro facendo le stagioni estive, mentre il mio obiettivo è quello di trovare un lavoro annuale.

Senti che l’esperienza dell’Istituto è stata positiva e ti è servita ad affrontare le sfide della tua vita?

Si, moltissimo! Quel periodo mi ha fatto crescere molto, ho fatto tante amicizie e non mi sono mai sentito solo! Avevo legato in particolare con due bambini: Michele ed Emanuela.

Ho avuto sempre delle figure di riferimento che mi piacerebbe rincontrare come le educatrici Patrizia, Lavinia, Teresa ed Aurelia!

– Ringraziamo di cuore il nostro amico Massimo per aver condiviso i suoi ricordi e le sue emozioni e chissà… magari riusciremo ad organizzare presto un evento per salutare tutti gli ex ospiti, amici e collaboratori dell’Istituto San Giuseppe! 🙂 –

Iscriviti alla Newsletter

Back To Top
Cerca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi